News

Estratti di alcune recensioni del libro IL PESO DELLE OMBRE

Cover mario ombre DEFI 9.indd
Le dispute sono grandi e gli uomini piccoli. E bisogna leggere ‘Il peso delle ombre’ per averne conferma, pagina dopo pagina. Ottimo giornalista e ottimo alpinista, Casella ha affrontato con questo indispensabile bagaglio il doloroso e talvolta grottesco tema del falso nell’alpinismo, per distinguere tra bugie e calunnie, ma in particolare per interrogarsi sui meccanismi psichici e mentali insondabili di chi concepisce le prime, o sul dramma di chi è vittima delle seconde. (Planetmountain.com )

Una lettura divertente e coinvolgente, che stimola a riflettere sui motivi più intimi e personali che portano un individuo a mentire e sulle conseguenze che queste possono avere sulla vita dei protagonisti.
(La Stampa.it)

…il suo merito maggiore è quello di avere evitato il piglio del giornalista d’inchiesta, preferendovi l’attenzione (e talvolta un’addolorata vicinanza) ai meccanismi psicologici, alle implicazioni esistenziali dei personaggi di questo dramma. Non deve essere stato facile…
(La Regione)

Casella sfrutta la sua doppia anima di giornalista e di alpinista per dare alle stampe un testo a metà tra le narrazioni d’alta quota e il saggio filosofico-esistenziale. La questione centrale è la verità dei fatti, tema di ustionante attualità etica…
(Corriere del Ticino)

Leggere Il peso delle ombre è stato come degustare un buon piatto, quando si assapora capitolo dopo capitolo, come boccone dopo boccone. (…) non è un libro-inchiesta sulla veridicità di alcune vicende di storia o di cronaca alpinistica, bensì un’accurata ricerca sugli effetti che una menzogna, o di una menzogna presunta tale, hanno sui protagonisti, volenti o nolenti.
(gognablog.com)